Cucine lineari - Aerre
16210
post-template-default,single,single-post,postid-16210,single-format-standard,bridge-core-1.0.4,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Cucine lineari

Cucine lineari

Le cucine lineari sono la tipologia di cucine più vicine alla composizione standard. Si presentano prettamente su una singola superficie, ma possono anche essere strutturate su due pareti opposte per ottenere una cucina lineare doppia.


Tipologie di cucine lineari

Nonostante questa sia una cucina che si struttura solamente su una parete, le composizioni sono molteplici:

  • cucine lineari di standard strutturate su un’unica lunga o corta parete;
  • cucine lineari con piano snack donano dinamismo e profondità;
  • cucine lineari con tavolo per estendere l’uso della cucina non solo alle vostre colazioni, ma anche pranzi e cene e ridurre ulteriormente gli spazi;
  • cucine lineari doppie e cucine con colonne separate divise per funzionalità, da una parte piano snack, zona cottura e lavello e dall’altra la dispensa, il frigorifero e il forno.

Quali sono i vantaggi di  una cucina lineare?

Per chi ha in sé la semplicità e vuole dimostrarla anche sotto forma di cucina, questa è la scelta migliore. Attuabile sia con versione moderna che classica, la cucina lineare offre la possibilità di utilizzare al meglio una singola parete riducendo lo spazio superfluo.

Le lunghe pareti non sono un problema: la cucina lineare può essere disposta a seconda delle necessità del cliente e di come vuole strutturare l’attività in cucina, a cui verrà consigliata una cucina lineare doppia o con colonne separate.

A seconda del vostro spazio e dell’utilizzo che volete farne, il posizionamento della zona cottura e degli elettrodomestici lascia spazio alla vostra fantasia.

Flusso di lavoro e funzionalità

Questa tipologia di cucina è pensata per una singola persona al lavoro, poiché permette di muoversi in un’unica direzione. A seconda dei gusti del cliente, teniamo a consigliare, per sfruttare al meglio il tempo, di posizionare lavello, zona cottura e la zona preparazione ad una distanza ravvicinata tra loro, per garantire una funzionalità semplificata durante la preparazione delle pietanze.

Alcuni consigli utili

E’ consigliabile lasciare 100 cm di spazio tra i mobili e la parete di fronte, nel caso gli spazi siano molto stretti, in modo tale da consentire l’apertura della lavastoviglie e, nelle cucine lineari doppie, 120 cm per l’apertura delle ante e consentire il passaggio.

Ricordarsi di lasciare inoltre 30 cm di spazio di sicurezza tra la zona cottura e le colonne di eventuali dispense o frigorifero per non rischiare di causare incendi

Se la vostra cucina è piccola, potrete ampliare gli spazi in modo visivo, incastrando a vostro piacimento gli scaffali, i pensili ed i portautensili in modo da poterci riporre tutto ciò di cui avrete bisogno in cucina. 

Con una cucina lineare di grandi dimensioni potrebbe porsi il problema della luce, in ampi spazi un solo lampadario non sarebbe sufficiente, pertanto vengono inserite delle strisce a led nella zona in cui preparerete i vostri piatti oppure con l’istallazione di una cappa aspirante sopra la zona cottura con luce annessa.

E’ necessario prendere sempre bene le misure, tenendo conto di finestre, porte ed altri eventuali ingombri che possano ostacolare il passaggio.

Sperando di aver chiarito qualsiasi dubbio, vi invitiamo a venirci a trovare per altri consigli!